Sequenza Sismica Pollino 2012

26 OTTOBRE 2012   ORE 01.05 locali

M 5.16 (Mw) POLLINO – epicentro Mormanno (Cs)

Evento molto forte avvertito in gran parte del sud italia

si segnalano danni di una certa rilevanza nel comune di Mormanno

repliche maggiori di 2.8 e 3.3 –   >>> ELENCO COMPLETO

L’evento di questa notte è avvenuto nel cosidetto blocco sismico di Mormanno, uno dei due che costituisce il sistema sismogenetico del Pollino. Il meccanismo focale indica una faglia di tipo estensivo normale orientata quasi nord-sud a bassa immersione verso ovest. La corposa sequenza ha avuto inizio circa un anno e mezzo fa ed è stata costraddistinta fin’ora da un ‘elevatissima quantità di piccoli eventi. La punta maggiore di magnitudo era stata toccata il 28 maggio alle 3.06 locali con M 4.3


POLLINO – Aggiornamento delle ore 00.30 del 27/10/2012.


Il 26 ottobre sono state registrate 285 scosse, tutte con M <3. L’imponente sequenza ativatasi dopo il terremoto di M 5.1 mostra un andamento abbastanza costante, ma con una leggera rarefazione nelle ultime due ore. La distribuzione degli eventi è concentrata nel “blocco” di Mormanno con un cluster orientato nord-sud, compatibile con il sistema evidenziato dal meccanismo focale delle ore 23.05. La profondità ipocentrale si mantiene tra i 6 ed i 10 km. Allo stato non sembra ancora interessato l’attiguo segmento sismogenetico di Morano-Castrovillari

Alle ore 19.45 locali di oggi 19 agosto 2012 è stato registrato un evento sismico nella zona del massiccio del Pollino, al confine tra Calabria e Basilcata. Epicentro nel comune di Mormanno.

Magnitudo 3.78 e profondità ipocentrale di 5 km.

Il sisma, pur essendo stato nettamente avvertito dalla popolazione, non ha causato alcun danno.

Sono seguite oltre una ventina di repliche con magnitudo tra 1 e 2.7.

L’area da oltre  un anno è interessata da un consistente sciame sismico con energia  massima di M =4.3 (28 maggio scorso) ed un numero di eventi ad oggi stimato in quasi 2000.

LISTA EVENTI

ANALISI PALEOSISMOLOGICA

Comunicato IESN

Alle 01.06 utc del 28 maggio 2012 le stazioni della rete I.E.S.N. hanno registrato un evento sismico di magnitudo 4.4 localizzato tra Calabria e Basilicata, nell’area del massicio del Pollino

Coordinate epicentrali: 39.860N – 16.115E, profondità 5.1 km, comuni più vicini, Morano Calabro, Castrovillari, Mormanno.

L’evento si inserisce nella più ampia sequenza sismica in atto nella zona da circa un anno e risulta essere al momento quello di maggiore energia.

La zona vede la presenza di un’importante sistema sismogenetico, costituito da una faglia di natura estensiva, con direzione nord-ovest/sudest, immergente a sudovest, dalla lunghezza approssimativa di circa 20-25 km. Fino ad oggi lo sciame era concentrato in un box più settentrionale, tra i comuni di Mormanno, Rotonda, e Laino.

Storicamente non si sono mai registrati eventi sismici importanti, ma la zona è considerata ad altissimo rischio sismico, essendo etichettata come una delle maggiori “lacune sismiche” italiane.

Dott. Francesco Nucera

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. https://www.osservatoriometeoesismicoperugia.com/privacy-policy/

Chiudi